Miss Italia 2019 è Carolina Stramare, la numero 3. Era quasi l’1.40 di notte quando Alessandro Greco ha eletto la Miss dell’ottantesima edizione del concorso per eccellenza, ritornato su Rai1 tra tante ostilità e polemiche. Peccato, però, che la regia abbia bucato la sua proclamazione, per “colpa” di Gina Lollobrigida che con la sua cotonatura impallava l’inquadratura. Eppure Carolina può dirsi fortunata: è stata prima bistrattata dal pubblico, che l’aveva eliminata al primo scaglione, poi ripescata dalla giuria di qualità (su pressione di Caterina Balivo) e quindi portata alla vittoria proprio dal televoto con il 36,36% dei voti. Verrà ricordata come la prima Miss eletta soltanto dal televoto. Ma il destino non è stato così fortunato per Serena Petralia, la numero 20, e Senmi Fernando, la Miss numero 62, bersagliata dagli insulti razzisti, che si sono dovute accontentare rispettivamente del secondo e del terzo posto.

Ma cosa sappiamo della nuova reginetta di bellezza? Occhi verde smeraldo e fisico mozzafiato, Carolina Stramare ha vent’anni: è nata a Genova ma vive a Vigevano, lavora come modella e studia grafica, ma pratica anche equitazione a livello agonistico e aiuta la sua famiglia nell’attività che aprì suo nonno ormai 70 anni fa. “Dedico questa vittoria alla mia mamma, che sicuramente ha sempre un occhio per me”, ha detto subito dopo la proclamazione, con la coroncina già in testa.

La mamma di Carolina, infatti, non c’è più da luglio dello scorso anno, quando un male le ha tolto la vita dopo due anni di terapia. “Per me era oltre che una madre un’amica vera: nonostante la sua assenza, la sento vicina”, ha ribadito con emozione. La neo Miss vive con suo papà Romeo e i nonni materni Elena e Gianni, che erano al PalaInvent di Jesolo a sostenerla. Da almeno un anno al fianco di Carolina c’è anche un fidanzato: lui si chiama Alessio Falsone ed è un calciatore con la passione per l’equitazione. Chissà se questa coppia riuscirà a resistere alla “maledizione di Miss Italia”, che vede la Miss di turno tornare single nel giro di poche settimane…

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Miss Italia 2019, Carolina Stramare è la nuova reginetta: ripescata dalla giuria dopo eliminazione

next
Articolo Successivo

Mike Bongiorno, dieci anni fa la morte. Da Lascia o raddoppia? a Rischiatutto il suo fu soprattutto il volto della tv pubblica

next