“Le condizioni oggi sono diverse rispetto ad un anno fa, quando il voto sull’accordo con la Lega, si svolse prima che Giuseppe Conte venne incaricato di formare il governo, ma a mio avviso noi dobbiamo sempre rispettare sia le regole della nostra Costituzione, sia le regole che come Movimento ci siamo dati. Per cui essendo noi dei portavoce, dobbiamo coinvolgere nel processo decisionale anche i nostri attivisti. Il Pd protesta? Loro hanno la Direzione, noi ne siamo privi e abbiamo l’intelligenza collettiva e non mi pare poco”. Così Nicola Morra, intercettato nei pressi di Palazzo Madama approva la scelta annunciata dal capo politico 5 Stelle, Luigi di Maio, di far votare l’accordo con il Pd agli attivisti del Movimento.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crisi, Calenda: “Lascio il Pd, partito a pezzi. Rifiuto l’accordo col M5s”. E annuncia: “Rafforzo Siamo europei, serve nuova classe dirigente”

next
Articolo Successivo

Governo, Zingaretti chiede “discontinuità” dei profili sia per M5s che per Pd: “Si dovrà garantire la piena parità di genere”

next