“Abbiamo perso un pezzo del nostro cuore, che non ci potrà più essere restituito la loro è stata una morte assurda che non possiamo rassegnarci ad accettare”. Così la presidente del comitato delle famiglie delle vittime, Egle Possetti, che un anno fa ha perso la sorella Claudia, è intervenuta durante la cerimonia di commemorazione nel giorno dell’anniversario del crollo del Ponte Morandi di Genova. “Stiamo sopravvivendo da un anno e vorremmo tornare a vivere ma è come una montagna infinita da scalare. Non possiamo pensare di non abbracciarli più e di non vedere più i loro sorrisi. Ma per la loro memoria dobbiamo avere grande determinazione nella ricerca della verità. Perché quanto accaduto è inaccettabile”, ha aggiunto. Presente anche il presidente dello Stato, Sergio Mattarella.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Palermo, da Bonisoli dubbi su rinnovo del soprintendente del Teatro Massimo: “Fratello del vicesindaco di Orlando”

next
Articolo Successivo

Croazia, Eugenio Vinci morto in barca: “Nelle cabine del caicco affittato a 12mila euro a settimana gas tossici provenienti dal motore”

next