Ancora sbarchi a Lampedusa. Sull’isola più a sud d’Europa sono arrivate autonomamente 48 persone: tra loro 27 donne (3 delle quali incinte), 15 uomini e 6 bambini. I migranti arrivano soprattuto della Costa d’Avorio ma anche Mali e Tunisia. A renderlo noto è Mediterranean Hope, il programma rifugiati e migranti della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, con alcuni post su twitter via twitter.

Alcune delle persone sbarcate hanno raccontato di aver viaggiato per 2 giorni dopo essere partite dalla Libia. Durante il tragitto un numero imprecisato di viaggiatori sarebbe caduto in mare. Tra loro un bambino di 5 mesi e un ragazzo di circa 30 anni. Molte tra le persone sopravvissute erano gravemente disidratate mentre altre presentavano problemi respiratori causati dai fumi di scarico del motore. I medici presenti – si legge ancora sui profili sociali di Mediterranean Hope – hanno somministrato ai casi più gravi flebo e ossigeno, prima che le persone fossero trasferite.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sicurezza bis, Salvini: “Bel regalo nel giorno del compleanno della Madonna. Chi è stato a Medjugorje lo sa”

prev
Articolo Successivo

Forza Italia, il berlusconismo si scioglie come la Groenlandia

next