Da agosto, Roberto Formigoni non avrà più diritto al vitalizio e alla pensione. Martedì il consiglio di presidenza di palazzo Madama, secondo quanto ha dichiarato alla stampa la senatrice del Movimento 5 Stelle, Laura Bottici, ha recepito la sentenza della Cassazione che ha confermato la condanna per corruzione nei confronti dell’ex governatore della Regione Lombardia e ha dato atto alla delibera del 2015 che prevede la sospensione delle erogazione di pensioni e vitalizi per i parlamentari condannati in via definitiva. 

L’ex governatore lombardo, uscito dal carcere di Bollate dopo 5 mesi di detenzione, ha ottenuto il sì del Tribunale di Sorveglianza di Milano per scontare la pena di 5 anni e 10 mesi ai domiciliari, nell’abitazione di un suo amico. Formigoni è stato condannato per corruzione nell’ambito del processo Maugeri-San Raffaele.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Strage di Bologna, l’appello dei familiari delle vittime: “Consegnate le immagini di quel giorno, utili per individuare altri responsabili”

prev
Articolo Successivo

Riforma della Giustizia in cdm il 31 luglio: ci sarà anche Salvini dopo le polemiche a distanza con Bonafede

next