Romina Power è stata ricoverata in ospedale. L’ex moglie di Al Bano Carrisi ha pubblicato una foto su Instagram sdraiata in un letto d’ospedale, reduce da un intervento chirurgico, con tanto di farfalletta per flebo nel braccio, mentre fa il segno “ok” con il pollice alzato. Al polso si vede il braccialetto del ricovero ospedaliero, dove sono riportati i suoi dati anagrafici: “Tutto bene quel che finisce bene! Grazie a tutti i dottori, infermieri e anestesisti“, scrive nella didascalia. Il post, pubblicato sul suo account personale, ha fatto il giro del web in pochissime ore, suscitando apprensione e preoccupazione sulle sue condizioni di salute.

Non si conoscono i motivi del suo ricovero : il riferimento agli “anestesisti” nella frase di Romina conferma il fatto che l’ex moglie di Al Bano si sia dovuta sottoporre ad un operazione chirurgica ma non è chiaro se si sia trattato di un intervento d’urgenza dovuto a un malore o piuttosto qualcosa di programmato da tempo. L’unica cosa certa è che al suo fianco c’erano le figlie Cristel Carrisi e Romina Jr Carrisi: quest’ultima ha, infatti, commentato la foto della madre scrivendo “Love you mommy, solo per te e i voli internazionali mi sveglio alle 6 del mattino”. Non solo, poi Romina Jr ha ricondiviso la stessa foto nelle sue stories di Instagram con la scritta “Strong woman”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Tutto bene quel che finisce bene ! ?grazie a tutti i dottori , infermieri e anestesisti ?

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower) in data:

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Marco Carta a FqMagazine: “Non vedo l’ora di essere prosciolto a settembre per il furto”. Poi replica a Luca Dirisio: “Ciccia! Le tue parole non mi fanno niente”

prev
Articolo Successivo

Gigi Buffon a 155 km/h “senza cintura” e con sigarette a vista. I commentatori: “La birra è sotto il cappello?”

next