Urla, insulti, minacce e schiaffi erano all’ordine del giorno in un asilo di Collesano, in provincia di Palermo. Per questo sei insegnanti sono state sospese dall’insegnamento con l’accusa di maltrattamenti. Il giudice del tribunale di Termini Imerese le ha ritenute infatti responsabili di “numerosi e reiterati casi di maltrattamento e condotte vessatorie, materiali e morali” nei confronti dei propri alunni, bimbi di età compresa tra i 3 e i 6 anni. Tre delle maestre non potranno esercitare la professione per dodici mesi, le altre tre per nove mesi.

Le indagini, condotte dai Carabinieri, hanno preso il via a seguito di segnalazioni poi confermate da alcuni genitori. Gli investigatori hanno poi documentato sistematici e quotidiani atti di maltrattamento da parte delle maestre attraverso comportamenti vessatori, materiali e morali nei confronti dei bambini delle tre classi della scuola dell’infanzia di Collesano.

(Foto di archivio)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rocca di Papa, è morto anche il sindaco coinvolto nell’esplosione al Comune: “Era uscito per ultimo, prima ha salvato altri”

next
Articolo Successivo

Lampedusa, 100 migranti sbarcati nelle ultime ore a più riprese: usato il sistema della “nave madre” e piccoli gommoni

next