È morta un’altra delle persone ferite nell’esplosione di una bombola di gas nel mercato rionale di Gela, il 5 giugno scorso. Giuseppa Scilio, casalinga di 64 anni deceduta per le gravi ustioni, è la seconda vittima dello scoppio. La donna era in fila davanti al furgone-rosticceria del mercato di via Madonna del Rosario per comprare pollo arrosto e patatine, quando è stata investita dalle fiamme del gas e dell’olio della friggitrice. Aveva riportato ustioni sul 60% del corpo.

La notizia della morte di Giuseppa Scilio si è diffusa poco prima dell’inizio dei funerali di Tiziana Nicastro, l’altra vittima dell’esplosione morta dopo otto giorni di agonia, il 13 giugno. Si aggrava ulteriormente la posizione del proprietario del camioncino, Claudio Catanese, anche lui rimasto ferito nello scoppio insieme ad altre 15 persone e iscritto nel registro degli indagati dopo i primi accertamenti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bimbo morto Mirabilandia, fonti procura ‘Una decina di indagati, omicidio colposo’

prev
Articolo Successivo

Torino, antagonisti in Siria: “Decisione del tribunale? Vittoria nostra e dei curdi. La dobbiamo a Orsetti”

next