“Nel mio libro Politicamente scorretto (edito da Paper first) scrivo di quando ho mandato un sms a Salvini dicendogli questo: ‘Molla Berlusconi, mollalo sul serio non solo il partito ma i costumi e gli usi del berlusconismo”. L’ha raccontato Alessandro Di Battista, ex deputato ed esponente del Movimento 5 stelle durante la puntata di Otto e mezzo su La7. “Per me Salvini  – ha proseguito – non è fascista ma è diventato conformista perché invece di prima gli italiani, ha messo prima Radio radicale. Ed è andato a baciare la pantofola di Trump facendo gli interessi degli Stati Uniti e non dell’Italia”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pil, Tinagli (Pd) vs Ceccardi (Lega): “Quanto era nel 2017? Lo sa?”. “Non faccia la professorina. Non accetto lezioni da lei”

prev
Articolo Successivo

La stoccata della Gruber a Di Battista: “Se volete governare non fate Alice nel paese delle meraviglie”. “Ci vuole tempo”

next