Se il calcio piange, il basket sorride. La stagione 2018/19 ha registrato i migliori risultati – rilevati al botteghino attraverso i modelli C della Siea – da 20 anni. Una passione che va oltre i risultati, visto che delle otto squadre con il pubblico più affezionato solamente 5 hanno raggiunto i playoff scudetto. “Dopo i positivi segnali che avevamo avuto dal girone di andata dove era stata sfiorata quota 4mila spettatori – esulta il presidente della Legabasket Egidio Bianchi – avere superato questa soglia è una conferma”. E l’anno prossimo altre grandi squadre arricchiranno la Serie A, lasciando ipotizzare che i numeri possano crescere ancora: è tornata infatti in A la Fortitudo Bologna (5.386 di media nella penultima stagione, i dati di quest’anno non ancora pubblicati dalla Lega) e la Virtus Roma. A queste si aggiungerà anche la vincente tra Capo d’Orlando e Treviso, altre piazze ‘calde’.

I numeri: mai così bene dal ‘tiro da 4’ di Danilovic
La regular season della Serie A 2018/19 ha superato di un soffio i 4000 spettatori di media (4.003), migliorando di oltre il 6% il dato della stagione scorsa. Si tratta del dato di affluenza più alto dalla stagione 1997/98, che si chiuse con il derby in finale scudetto tra le bolognesi e l’indimenticabile “tiro da 4” di Danilovic che riportò in parità la partita sul finale e regalò poi il successo alla Kinder Bologna. Il record del 1997/98 è stato invece battuto per quanto riguarda l’incasso medio: 52.512 euro contro i 52.412 di quell’anno sportivo. Così è stata raggiunta la media di incasso più alta della Serie A dal 1978/79. Numeri in crescita, nonostante l’annoso problema dell’impiantistica in molti casi obsoleta, con palasport anziani e senza strutture commerciali attorno, che negli scorsi mesi aveva spinto la Fip a spingere per l’introduzione dell’obbligo di palazzetti con almeno 5mila spettatori per poter disputare i playoff in un primo momento e l’intero campionato nei prossimi anni. Dati alla mano, l’investimento potrebbe essere ripagato. 

Sette squadre sopra quota 4mila
Dal punto delle viste delle singole squadre, (scontato) record di spettatori per l’ l’A|X Armani Exchange Milano. La squadra di coach Simone Pianigiani ha registrato – nonostante la stagione fallimentare – 7.409 tagliandi staccati in media a partita. Sopra le 5mila presenze Trieste (quasi 6.000 spettatori) e la Virtus Bologna (5.094 presenti). Alle loro spalle aumenta il numero di società che superano la soglia dei 4mila spettatori: Banco di Sardegna Sassari (4.340), Germani Basket Brescia (che quest’anno ha inaugurato il nuovo PalaLeonessa toccando la media di 4.253 spettatori con una crescita del 13.4%, la più alta della stagione), l’Openjobmetis Varese (4.214 ) e la Victoria Libertas Pesaro con 4.115. Chiude la classifica delle prime otto Torino, nonostante la stagione non esaltante sotto il profilo sportivo e chiusa con la retrocessione per i mancati pagamenti. Interessante notare che solamente Milano, Trieste e Sassari abbiano poi raggiunto i playoff a fine stagione: un segnale notevole di attaccamento da parte dei tifosi delle altre squadre. Un ulteriore dato si può ricavare dall’incasso: vincere (o comunque far bene) nelle coppe europee sembra portare maggiori benefici economici al botteghino in campionato. Infatti Bologna (vincitrice della Champions League) e Sassari (che ha conquistato la Fiba Europe Cup) sono le squadre con un maggior guadagno dai biglietti. Seguite dall’Olimpia Milano, impegnata in Eurolega

Solo gara5 della finale scudetto 2018 tiene il passo
Quando mancano all’appello una semifinale scudetto e la serie delle finali, i record di pubblico dello scorso anno – playoff inclusi – sono già stati (quasi) battuti. La partita più vista della regular season 2018/19 è stata infatti Milano-Varese con 12.005 spettatori. Un derby – ancora più sentito dal momento che i biancorossi varesini erano in grande ascesa – che ha superato tutte le partite della scorsa stagione, tranne gara-5 della finale scudetto tra Milano e Trento. Dal punto di vista televisivo invece, la terza e ultima gara di semifinale tra Sassari e Milano ha fatto registrare il dato di ascolto più alto di tutta la stagione con una media di 370.913 spettatori tra Rai Sport Hd ed Eurosport 2. Lo share complessivo è stato dell’1.70% superando così il dato più alto della scorsa annata relativo sempre alla gara-5 di finale scudetto. 

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Calcio femminile, la ct Bertolini: “Discriminazioni? La normalità per tutte noi, ma ora le cose stanno cambiando”

next
Articolo Successivo

Playoff basket, Venezia espugna Cremona e va in finale: la sua difesa sarà l’ultimo antidoto alla cavalcata di Sassari

next