Dopo che la sua manager Eliana Michelazzo ha rivelato che “Mark Caltagirone non esiste” e ha raccontato altri dettagli della vicenda nel corso dell’intervista a Live – Non è la D’Urso che andrà in onda questa sera, Pamela Prati ha deciso di prendere le distanze da lei e lasciare l’Aicos Management, la società della Michelazzo e di Pamela Perricciolo. L’annuncio è arrivato tramite una nota del suo avvocato: “Con la presente nota si informa che, la scrivente Avv. Irene della Rocca, in qualità di legale di fiducia della Sig.ra Pamela Prati, ha provveduto a risolvere il contratto tra la stessa e l’agenzia Aicos Management Group di Michelazzo Eliana – si legge -. Il rapporto si intende risolto anche in merito alla carica onorifica di direttrice della stessa Aicos Management assunto dalla Sig. ra Prati. Per quanto premesso, da oggi in avanti, la mia assistita non ha più nulla a che fare con la società Aicos Management Group di Michelazzo Eliana”.

I primi sospetti di un divorzio dalle due agenti c’erano stati ieri, quando dalla biografia social di Pamela Prati era sparito il link al sito dell’Aicos. Ora è arrivata l’ufficialità con questo comunicato che fa presagire come anche il giallo del presunto matrimonio con il misterioso Mark Caltagirone sia prossimo a risolversi. Il fatto che l’incontro tra la showgirl sarda e il suo legale sia avvenuto subito dopo la notizia delle “scottanti rivelazioni” fatte dalla Michelazzo alla D’Urso lascia presagire che ci possa essere una nuova presa di posizione pubblica di Pamela Prati sulla vicenda. Smarcandosi definitivamente dalle due manager, la Prati potrebbe raccontare una nuova verità mettendo così una volta per tutte la parola “fine” a questa vicenda. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Meghan Markle, la rivelazione di un’amica inglese: “Mi chiese se conoscevo qualche ragazzo famoso da presentarle”

prev
Articolo Successivo

The Voice, Morgan ricorda il padre suicida e si commuove: “Lui ha fallito completamente”

next