Il leader della Lega Matteo Salvini è stato contestato al termine di un comizio ad Albenga, da un centinaio di manifestanti che hanno srotolato uno striscione con la scritta “restiamo umani“. Ci sono state urla, cori (“Salvini a lavorare”) e il rumore dei fischietti ha riempito la piazza. Poi sono state cantate ‘Bella ciao’ e ‘Fischia il vento’, inni partigiani.  “I compagni si sono guadagnati il biglietto per Sanremo” ha replicato il ministro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Comunali Sicilia, alle 12 affluenza per il ballottaggio ancora sotto 11%. Cinque punti sotto i dati del primo turno

next
Articolo Successivo

Salone del libro, Padellaro: “Salvini non sgombera Casapound? O è complice dei fascisti o ha paura di loro”

next