Il leader della Lega Matteo Salvini è stato contestato al termine di un comizio ad Albenga, da un centinaio di manifestanti che hanno srotolato uno striscione con la scritta “restiamo umani“. Ci sono state urla, cori (“Salvini a lavorare”) e il rumore dei fischietti ha riempito la piazza. Poi sono state cantate ‘Bella ciao’ e ‘Fischia il vento’, inni partigiani.  “I compagni si sono guadagnati il biglietto per Sanremo” ha replicato il ministro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Comunali Sicilia, alle 12 affluenza per il ballottaggio ancora sotto 11%. Cinque punti sotto i dati del primo turno

next
Articolo Successivo

Salone del libro, Padellaro: “Salvini non sgombera Casapound? O è complice dei fascisti o ha paura di loro”

next