Amavo il sesso in maniera così spudorata che poi mi sono stancato. A furia di ‘ci do, che ci do, che ci do..’” . A rivelarlo è Guillermo Mariotto, lo stilista storico giudice di Ballando con le Stelle, in un’intervista a Un Giorno da Pecora su Rai Radio1 in cui ha parlato del suo rapporto con il sesso, oltre che dei suoi esordi nella storica trasmissione di Rai1 condotta da Milly Carlucci. “Per me il sesso era una catena, dovevo farlo tutti i giorni tre volte, non con la stessa persona. Lo amavo, ora ho smesso…kaputt, fine, da novembre dello scorso anno”, ha raccontato Mariotto.

“Solo con uomini o solo con donne?”, gli hanno chiesto i conduttori. “Dipende da quanto era buio…”, ha risposto lui scherzando. Poi raccontato un sogno erotico che aveva per protagonista la sua collega di giuria Selvaggia Lucarelli: “Con lei ho avuto un sogno erotico. Eravamo nudi e lei mi batteva sul sedere la paletta dei voti con un 8 sopra”. Milly Carlucci invece, dice,  “lei è una sorella, la ‘sora Camilla’”.

Poi Guillermo ha parlato dei suoi esordi a Ballando: “Mi chiamo’ Massimo Romeo Piparo, con cui avevo lavorato per i costumi di un musical su Billie Holiday, e mi disse ‘tu spacchi il video’. Ma non si sentiva nulla al telefono, la comunicazione saltava spesso perché ero in treno. Comunque io gli dissi di si. Solo che non sapevo nemmeno che programma fosse!. Quando scoprii che era un programma di ballo per non farlo, mi presentai alla riunione con Milly e gli autori con una fasciatura al ginocchio ed una stampella, entrambe finte, spiegando che non avrei potuto danzare…” Come reagirono i suoi interlocutori? “Mi dissero: ‘ma che hai capito, devi fare il giurato!’”. “All’inizio eravamo in quattro, io, Amanda Lear, Heather Parisi ed un Presidente di giuria che cambiavano ogni settimana. Era una produzione ‘povera’ al tempo, avevamo un solo microfono che ci passavamo, ed io ero l’ultimo. Tutti esordivano dicendo ‘io penso che…’, io dissi ‘io sento che…’”

In questa edizione, invece, ha esordito dando un sonoro “zero” ad Antonio Razzi: “Certo. Razzi nella sua vita ha preso fin troppi voti…e poi quel ‘gam gam’, non mi è piaciuto per nulla”. A Nunzia De Girolamo, invece, ha dato tre. “Tre è la trinità, tre è un ‘botto’. Per una prima puntata è una cifra”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Jeff Bezos, dopo il suo divorzio miliardario anche la nuova compagna Lauren Sanchez lascia il marito

prev
Articolo Successivo

Michael Jackson, i nipoti lanciano contro-documentario per rispondere alle accuse di abusi in Leaving Neverland

next