1. È possibile parlare di Kurt Cobain, leader dei Nirvana, senza mistificarne la figura? È difficile. In ambito musicale la cultura tende a celebrare le rockstar, ancor più quelle passate a miglior vita. A prendere il sopravvento è generalmente la versione romantica della vicenda. A tale riguardo Frances Bean Cobain, la figlia oggi ventiseienne afferma: “È scritto sulla pietra che mio padre è uno dei padri putativi del Grunge, avrà per sempre ventisette anni e resterà bello e biondo in eterno. Tutto ciò è ok, ma non sopporto il romanticismo attorno alla sua figura, mio padre è morto nel modo peggiore”.

2. Fu la radio locale di Seattle a trasmettere le prime agghiaccianti indiscrezioni circa la tragica morte del musicista. Quella che sembrava essere soltanto una voce, timidamente prese corpo; un silenzio che si fece presto rumore assordante, fino a divenire tam tam inesorabile nella mente e nel cuore di chi nelle sue canzoni aveva trovato rifugio. Era l’8 aprile 1994 (ma morì il 5) e la voce dello speaker gelidamente annunciò: “Il cantante dei Nirvana, Kurt Cobain, si è ucciso con un colpo di arma da fuoco nella sua abitazione”. Parole pesanti, in grado di sgretolare in un istante le certezze di un’intera generazione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Joe Cassano è morto, lunga vita a Joe Cassano!

prev
Articolo Successivo

Ultimo si racconta a FqMagazine: “Tornando indietro cercherei di avercela meno con tutti e senza motivo”

next