Non sapevo di essere incinta. E’ il titolo di un noto programma tv che ben si presta anche a una storia che arriva da Glasgow, in Scozia. Emmalouise Leggate, 19 anni, è infatti diventata mamma senza sapere di aspettare un bambino. Come riporta Metro.uk, la giovane si è svegliata col pancione ben evidente e ha partorito. La ragione del suo non sapere della gravidanza starebbe nella posizione del feto che prima dell’ultimo giorno si era posizionato più in alto rispetto al normale, per poi scendere proprio al momento del parto.

Il fatto risale a otto mesi fa ma solo oggi la 19enne ha deciso di raccontarlo: la bimba sta bene e tutto è andato per il meglio. “Non avevo fatto il test di gravidanza, non avevo sintomi, – ha raccontato Emmalouise – non l’ho mai sentita calciare e non ho mai avuto alcun malessere tipico di chi aspetta un figlio. I medici non sono riusciti a spiegare perché non avevo il pancione nei mesi precedenti. Avevo solo preso un po’ di peso ma non ci avevo fatto caso. Mi hanno solamente detto che la bambina si era adagiata nella parte bassa della schiena. L’interruzione del ciclo? credevo dipendesse dalla pillola”.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La cotoletta? Inquina più di un’auto “Euro 0”

prev
Articolo Successivo

Marina La Rosa contro Verissimo: “Ti dicono che devi partire per forza, ti svegli alle 5, ma loro non hanno fatto un caz**o”

next