Mimmo Lucano: “Mi sto difendendo nel processo”

Contattato telefonicamente, il sindaco “sospeso” non ha inteso commentare più del dovuto. Sa quanto pesano le parole della Cassazione anche in vista dell’eventuale processo ed è proprio per questo che si è limitato a ringraziare i suoi legali: “Con l’aiuto dei miei avvocati Antonio Mazzone e Andrea Daqua, mi sto difendendo nel processo e non dal processo. Piano piano la luce si sta facendo strada. Confido nella giustizia, ma adesso sono trascorsi sei mesi dal giorno del mio arresto. Non vedo l’ora di tornare nella mia Riace. Spero di farlo presto”.

INDIETRO

Riace, Cassazione annulla il divieto di dimora per Lucano: “No indizi di azioni fraudolente” – Ecco le motivazioni

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torre del Greco, pacchi alimentari e pochi spiccioli per un voto: 8 arresti. Il gip: “Mercimonio indegno di un paese civile”

next
Articolo Successivo

Virtus Italia, procedure entro 96 ore e poi il ragazzino finiva in strada: così la onlus incassava i 118 euro previsti dal contratto

next