“La consultazione popolare chiesta sul Tav in Piemonte? Dal governo non ho ricevuto risposta, comincio a pensare che questi signori abbiano paura di quello che pensa la gente“. Ad attaccare l’esecutivo Conte sull’Alta velocità Torino-Lione è stato il presidente della regione Piemonte, Sergio Chiamparino, che aveva diffuso una lettera diretta al Viminale e al ministro dell’Interno Matteo Salvini in cui chiedeva di organizzare una consultazione popolare in Piemonte riguardo al progetto Tav. “Non ha bisogno di referendum che non si possono fare in base alla Costituzione, è già stata ratificata dai Parlamenti italiani ed europei, ma dato che è stata bloccata, l’obiettivo è mandare un segnale di pressione popolare, in merito al fatto che i cittadini del Piemonte sono contrari allo stop”.