Disagi in molte zone del Paese per il maltempo, che ha interessato soprattutto il Centro-Sud, tra gelo, vento e neve. Ma non solo. La circolazione ferroviaria è andata in tilt tra Calabria e Sicilia, spezzando l’Italia in due: a causa di un incendio divampato sui binari nella zona di Paola, in provincia di Cosenza, diversi treni da o per Roma Termini e Milano Centrale hanno accumulato ritardi fino a 13 ore. Sospesa la circolazione ferroviaria tra Policastro e Sapri, sulla linea Battipaglia-Paola.

Problemi anche in Sicilia, dove dalle 3 è stata sospesa la circolazione tra Siracusa e Augusta, sulla linea Catania-Siracusa, per la presenza di rami sulla linea elettrica, caduti per via del forte vento. La circolazione è ripresa alle 9, come riporta il sito ViaggiaTreno di Trenitalia: un treno ha registrato 90 minuti di ritardo, mentre un regionale è stato cancellato e sostituito da un autobus.

Sono quattro le vittime dell’ondata di maltempo che si è abbattuta sull’Italia domenica. Ad Alvito, nel Frusinate, due anziani sono morti colpiti da un muro, crollato a causa del vento. A Guidonia, alle porte di Roma, un 45enne romeno è stato investito da un albero abbattutosi sulla sua auto mentre era alla guida, uccidendolo. In serata, infine, un ragazzo di 14 anni è morto schiacciato dal padre, caduto mentre riparava la tettoia: è successo a Capena, vicino alla Capitale. Anche il premier Giuseppe Conte ha riservato su Twitter un pensiero alle vittime, ringraziando la protezione civile:

Oltre 300 gli interventi effettuati dalla polizia locale di Roma per situazioni connesse alle raffiche di vento: gli agenti sono intervenuti soprattutto per la messa in sicurezza delle strade, anche eseguendo chiusure momentanee  delle vie interessate da cadute di alberi e rami.

Il Colosseo e il Foro Romano sono tornati aperti domenica mattina dopo la chiusura anticipata disposta sabato pomeriggio a causa del forte vento che ha colpito la Capitale. Resta chiuso invece il Palatino. “La situazione – si legge nel tweet del Parco archeologico del Colosseo – potrebbe cambiare in base alle condizioni meteo”.

Gli interventi dei vigili del fuoco in tutto il Paese sono stati 3500. A renderlo noto è il comando stesso dei vigili, che specifica come le regioni più interessate siano state Lazio (con 1100 interventi) e Campania (con 1000).

Tutto l’equipaggio della nave mercantile turca Efe Murat, arenatasi davanti al porto di Bari, nel frattempo, è stato tratto in salvo ed ora è in capitaneria per gli accertamenti di rito. Lo riferisce la guardia costiera. Una pattuglia controlla da terra lo stato della nave. La nave, arenatasi per i forti violenti e la violenta burrasca che imperversa su Bari, era in transito da Ortona, in Abruzzo, verso la Turchia. Il mercantile è stato spinto da venti e mare grosso e dalle onde davanti al lido Pane e Pomodoro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

S. Ferdinando, nella tendopoli dopo incendio. Imprenditore: ‘Salvini mandi le ruspe’. ‘Ma non possono tornare negli Sprar’

prev
Articolo Successivo

Valle d’Aosta, morta la 21enne ligure che si era lanciata dal terzo piano per sfuggire al rogo di una mansarda

next