Cento attivisti antispecisti di 269 Libération Animale hanno occupato nella notte il mattatoio di Torino. ”Venuti da tutta Europa, Belgio, Francia, Italia, Svizzera, dalle ore 2 di mattina ci siamo incatenati al mattatoio lungo il corridoio in cui gli animali vengono spinti prima di essere uccisi con l’obiettivo di impedire con i nostri corpi il massacro degli animali”, spiegano i manifestanti in una nota.

L’occupazione ha provocato l’intervento di vigili del fuoco e polizia. Al termine dello sgombero, sono stati 97 gli attivisti denunciati dalla Digos per l’irruzione: si tratta di 58 francesi, 21 italiani, 12 belgi, 5 svizzeri e un bulgaro. Le accuse, a vario titolo, sono di invasione di terreni ed edifici, violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cardito, bimbo ucciso di botte dal patrigno. Il racconto dei vicini: in passato liti in strada e violenze sulla madre

prev
Articolo Successivo

Sisma 2016, Marche stanziano 10 milioni per 2 ciclovie. Terremotati: “Priorità sono altre”. Giunta: “Non sottraiamo nulla”

next