“Il decreto sicurezza è un lungo tweet” afferma il procuratore generale della Corte di Appello Roma intervenuto al convegno “Decreto sicurezza, aspetti giuridici e profilo di compatibilità costituzionale” delle toghe progressiste di Area Democrazia per la Giustizia. “Si accomuna immigrazione a sicurezza ed è molto grave – ha continuato Salvi – e non si investe sull’integrazione dei richiedenti asilo. Ma visto che le espulsioni non funzioneranno si creerà nuova illegalità nuova marginalizzazione e insicurezza reale”.
Al convengo era presente anche Armando Spataro che fino ad un mese fa era procuratore della repubblica a Torino. “Se la sicurezza è un diritto fondamentale – ha detto Spataro  –  va analizzata razionalmente . Sono anni che ci dicono balle su terroristi che arrivano sui barconi e non c’è nessuna prova di questo. Altra cosa è parlare di immigrati che si radicalizzano in carcere fenomeno che capita anche agli italiani. Lo stesso Battisti era entrato come criminale comune e si è radicalizzato in carcere”.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Europee, Salvini: “Berlusconi candidato? Viva la democrazia, il bello è che poi scelgono gli italiani”

next
Articolo Successivo

Silvio Berlusconi torna in campo, inizia l’operazione nostalgia

next