Bohemian Rhapsody in versione karaoke nei cinema italiani. L’auspicio di tanti spettatori che hanno già visto il biopic sui Queen è diventato realtà. Il 22 e 23 gennaio 2019 oltre 200 sale cinematografiche italiane ospiteranno Bohemian Rhapsody /Sing Along Version. Letteralmente una copia speciale del film diretto da Brian Singer, con protagonisti Freddie Mercury, Brian May, John Deacon, Roger Taylor, dove nella fascia bassa dello schermo si illumineranno con effetto domino sillabe e versi dei brani dei Queen come se fossimo in compagnia di Fiorello in una qualsiasi piazza d’Italia.

“Non si arresta l’ascesa di Bohemian Rhapsody. E la musica, collante di questo successo globale, diviene ora la vera protagonista”, ha affermato Paul Zonderland, AD di 20th Century Fox Italia. “Con la versione Sing Along offriremo agli spettatori un valore aggiunto, dando loro l’opportunità di cantare in sala e in compagnia questi brani che, da sempre, sono parte della cultura pop del nostro paese. Un’esperienza di condivisione sociale che solo il cinema può offrire”. Difficile recuperare un precedente del genere da “cinema karaoke” se non in qualche evento nato sulla lunga scia di successi del Rocky Horror Picture Show. Facilissimo invece calcolare il successo al box office di Bohemian Rhapsody che dalla sua uscita a fine novembre ad oggi (gennaio 2019) ha raccolto oltre 25milioni di euro, diventando già appena dopo lo scorso Santo Stefano il film più visto in Italia nel 2018 con 19 milioni di euro d’incassi. Film che a livello mondiale ha appena raggiunto, infine, i 750 milioni di dollari e si appresta a rimanere in cartellone ancora per un po’ visto che i Golden Globe hanno premiato film e interprete maschile (Rami Malek), e che a breve verranno annunciate le nomination agli Oscar nelle quali qualche traccia del biopic siamo sicuri ci sarà.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Netflix, perché i sottotitoli di ‘Roma’ in spagnolo hanno fatto discutere

next
Articolo Successivo

La douleur, storia d’amore e Olocausto. Il libro di Marguerite Duras è un film – Clip esclusiva

next