Rino Gattuso e Matteo Salvini hanno fatto pace. Dopo il duro botta e risposta del 25 novembre scorso, in occasione dell’1 a 1 con la Lazio, quando l’allenatore del Milan si era risentito per le parole del vicepremier (“Fossi stato in Gattuso avrei fatto qualche cambio”) e aveva risposto: “Con tutti i problemi che ci sono, Salvini si lamenta perché non ho fatto cambi. Se ha tempo di pensare al calcio, siamo messi male. Si occupi di politica”, arrivano ulteriori parole distensive da parte del ministro dell’Interno, ospite dell’ultima puntata di “Accordi&Disaccordi”, il programma tv realizzato da Loft Produzioni e condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi, in onda su Nove: “Ci siamo messaggiati perché Rino è un cuore rossonero e ci mette l’anima – spiega Salvini – Però ero a Roma perché avevo una riunione politica sulla manovra economica, vado a vere Lazio – Milan, una partita difficile, campo pesante, sofferenza incredibile, difesa a tre con Zapata, Abate, Rodriguez. Passiamo in vantaggio, siamo al 93esimo minuto, la squadra è stanca, quello della Lazio ha fatto tre cambi, quando prendi goal al 94esimo, da tifoso, non da ministro, dico: ‘Cavolo, se magari avesse messo uno o due freschi dentro…’, detto questo, mi taccio, chiedo scusa, lui fa l’allenatore, io faccio il ministro”. “Però Renzi ha detto che lei è arrogante perché pretende di insegnare il calcio a Gattuso”, commenta Andrea Scanzi. “Lezioni di umilità da Renzi non ne prendo onestamente”, conclude Salvini.

“Accordi&Disaccordi” (5 episodi x 60’) è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Accordi&Disaccordi, Salvini su Nove: “Caso Spataro? Ho twittato dopo aver ricevuto il comunicato di ‘indagine effettuata’”

prev
Articolo Successivo

Accordi&Disaccordi, Matteo Salvini su Nove: “Quando ho tempo guardo su Youtube i vecchi video di Berlinguer”

next