Uno scalatore sulla vetta del monte Hood, la cima più alta dell’Oregon, chiama il 911 per farsi soccorrere, confessando di aver meditato il suicidio durante la scalata. Lo sceriffo di Clackamas County fa intervenire la Portland Mountain Rescue che invia degli alpinisti per scalare la vetta. Le condizioni sono talmente avverse che si decide di mandare un elicottero Chinook CH-47 in forze al soccorso alpino. Il pilota con una manovra estremamente difficile riesce ad atterrare con le ruote posteriori sul crinale, a circa 3350 metri d’altezza, consentendo un agile accesso al vano di carico. In soli 32 minuti dal decollo l’alpinista verrà messo in salvo e trasportato nel vicino ospedale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trump-Putin giocano di sponda sul Russiagate: “Un’inchiesta farsa che ci ha tenuti separati”

next
Articolo Successivo

Incontro Trump-Putin, giornalista Usa portato via a forza dalla sala: protestava per la politica nucleare

next