“Meno male che c’è qualcuno che non dice no. Quando si dice no bisogna prendersi le responsabilità di questo no. L’Italia è stata lasciata sola e questa è la vergogna dell’Europa. Sono stati molti di più quelli che hanno chiuso, rispetto a quelli che hanno aperto. Quando si è soli ad aprire la porta, possono succedere tante cose. La responsabilità credo sia dell’Europa. Quando c’è l’Unione Europea, l’unione fa la forza, non la debolezza”. Commenta così Liliana Segre, senatrice a vita, la gestione del caso Aquarius da parte del governo Lega-M5s.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aquarius, Di Maio risponde alle critiche di Macron: “Italia cinica? Proprio loro parlano…”

next
Articolo Successivo

Immigrazione: a chi mi etichetta come un 5stelle critico, rispondo così

next