“Un giorno si è recata dal medico perché si era accorta che stava dimagrendo troppo. Dopo la visita mi chiamò e mi disse: ‘Ho due notizie: una buona e una cattiva. La buona è che sono incinta, la cattiva è che ho un tumore alla tiroide, che però intacca anche tutti i linfonodi del collo, ben 34″. Queste le parole di Massimiliano Ossini che al settimanale DiPiù  ha raccontato il difficile momento che lui e la moglie Laura Gabrielli hanno attraversato. “I medici, fra l’altro, dissero a mia moglie: ‘Deve interrompere la gravidanza, altrimenti non potrà curarsi, sarebbe troppo rischioso sia per lei sia per il bambino”, ha continuato Massiliano. Ma Ossini e la moglie decisero di portare avanti la gravidanza e Giovanni oggi sta benissimo: ” Al quarto mese, quando i medici si sono resi conto che il feto non avrebbe avuto problemi, con un delicato intervento chirurgico le hanno tolto la tiroide e tutti i linfonodi del collo. Poi quando Giovanni è nato, senza complicazioni, si è sottoposta a cicli di radioterapia”. Oggi il bimbo e la mamma, che devo sottoporsi a controlli periodici, stanno bene.