“Venerdì Matteo Renzi ha annunciato querela nei miei confronti”. Lo racconta il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti, spiegando cosa è avvenuto nelle ore seguenti la messa in onda de La Confessione, la trasmissione condotta da Peter Gomez. “Si è offeso perché ho raccontato (non era la prima volta) un anedotto che lo riguarda, una telefonata di tre anni fa in cui mi fece una delle sue celebri sfuriate al cui culmine mi minacciò”.

Il giornalista aveva detto al direttore del Fattoquotidiano.it durante il suo programma sul Nove che alla vigilia di Natale, l’allora presidente del Consiglio, scontento per una notizia pubblicata dal quotidiano milanese, aveva detto: “Vengo sotto casa e ti spacco le gambe, bastardo”. Sallusti spiega: “Non ho le prove di quel che dico perché non sono uso registrare le telefonate con il presidente del Consiglio – scrive su Il Giornale – Ma è la pura verità e chi conosce Renzi sa bene che uno sfogo del genere è altamente probabile, visto il suo non facile carattere”.

 Il direttore ricorda anche che “un anno più tardi, dopo mesi di reciproco silenzio, chiarimmo amichevolmente il caso durante un ricevimento al Quirinale” e “la cosa finì lì, con una stretta di mano pacificatrice”. Adesso il “ritorno di rabbia” dell’ex segretario del Pd che Sallusti invita a “fare ciò che crede”: “Mi sfidi a duello o alla macchina della verità – scrive – Ma la querela per favore no. Non per paura, è solo triste, e arrogante, da parte di un leader politico di quel livello”.

Poi la proposta provocatoria: “Se insiste gli propongo uno scambio: lui querela me per quella che ritiene una balla – conclude Sallusti – ma accetti che io quereli lui, a nome di tanti, per tutte le balle (documentate) che ha raccontato agli italiani in tutti questi anni”. 

Dopo il successo dell’appuntamento del venerdì, La Confessione diventa una striscia quotidiana in onda dal 14 maggio, dal lunedì al giovedì in seconda serata sul Nove di Discovery Italia.
Il primo ospite ad inaugurare l’appuntamento giornaliero è Vladimir Luxuria, ex parlamentare, alfiera del Gay Pride, che svelerà eventi del proprio passato mai rivelati prima.

La Confessione andrà in onda sul Nove tutti i lunedì alle ore 22:20, dopo il nuovo talk show d’attualità Accordi&Disaccordi, mentre martedì, mercoledì e giovedì sarà programmata alle ore 23:30, dopo il film di prima serata.

“La Confessione” (programma di Loft Produzioni per Discovery Italia) è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Privacy, l’Italia si adegua alle norme Ue. Condono tombale sulle violazioni dei dati personali

prev
Articolo Successivo

Galli della Loggia, cercare ‘punti in comune tra i tre leader’ è una manipolazione della realtà

next