Riecco Amici, l’originale. Dopo svariate edizioni “fake”, in cui lo show ha prevalso sul talent, torna la versione autentica del programma di Maria De Filippi con la diretta, il televoto, i Bianchi e i Blu, le carte, gli scambi di opinione tra i professori (ingiustamente messi in secondo piano nelle precedenti edizioni) e i concorrenti protagonisti, lasciando in disparte cabine varie, coach egoncetrici e giurati disinteressati. Quest’anno Amici riparte da tre organi giudicanti, tre fasi distinte, un nuovo direttore artistico (“ringraziamo Luca Tommassini”) e tutti i colori del talento in primo piano.

La commistione tra le due commissioni, quella interna e quella esterna, è esplosiva e ha dato i suoi frutti, senza sconti nei confronti dei concorrenti in gara. Le frasi più cattive? “Sei sciatto, ha detto Garrison a Daniele. “Sei stato inascoltabile e noioso”, ha riferito Rudy Zerby a Matteo. “Con un atteggiamento così, non vai da nessuna parte”, è stata l’opinione di Simona Ventura a Sephora. E ancora: “La tua è antipatia gratuita”, ha detto Ermal Meta a Rudy Zerbi. “Sei sempre polemica, non sei credibile”, ha detto Heather Parisi ad Alessandra Celentano. “Non ho vista una ballerina, ma una parodia”, ha raccontato quest’ultima a Valentina. Insomma, siamo tornati alle edizioni primordiali del talent in cui gli scontri tra professori (che stavolta si chiamano commissari) e alunni sono all’ordine del giorno. D’altronde, sadicamente parlando, è quello che piace al pubblico e diventa un meme sui social.

Com’è finita la puntata? Con l’eliminazione di Filippo. Nella prima fase sono rimasti fuori Daniele e Filippo. Quindi nella seconda fase ha vinto la squadra Blu con il 51% dei voti. Matteo è stato il vincitore della puntata.