Facevano parte della setta del santone Keith Raniere e per lui reclutavano donne da trasformare in schiave sessuali: sono queste le accuse mosse nei confronti di due volti noti del piccolo schermo, Allison Mack, la Chloe Sullivan di Smallville, e Nicki Clyne di Battlestar Galactica. Le donne reclutate per l’organizzazione venivano sottoposte a un vero e proprio “lavaggio del cervello“, costrette a eseguire ogni ordine del maestro, a fare sesso con lui, umiliate in pubblico e obbligate a mantenere la segretezza. Tra le altre regole per le seguaci c’era anche quella di mantenere una dieta rigidissima: chi trasgrediva veniva umiliata e rinchiusa in una gabbia.

Secondo quanto riporta il Time, le due attrici erano in compagnia del santone quando è stato arrestato in Messico. Allison Mack aveva confermato nel 2005 di aver preso parte all’organizzazione, assieme a di Kristin Kruek, altra attrice di Smallville che però si era tirata fuori nel 2012, quando alcune ex adepte avevano denunciato il santone, mostrando anche il marchio sul pube segno di appartenenza alla setta. Allison invece, era rimasta con lui e ora è considerata complice di Raniere e secondo i media potrebbe essere arrestata a breve. Stessa sorte per Nicky Clyne: anche lei era insieme a Raniere, fino agli ultimi istanti prima dell’arresto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fabrizio Frizzi, la rabbia di Michelle Hunziker: “Ognuno affronta il lutto come vuole”

next
Articolo Successivo

Arnold Schwarzenegger operato d’urgenza a cuore aperto: condizioni stabili

next