“E’ più comodo criticare il lavoro degli altri senza impegnarsi e questo abbiamo potuto vederlo da Salvini. Oggi ha avuto un successo, ma c’è una responsabilità dei governi europei che non sono solidali con l’Italia che è in prima linea con i profughi”. Commenta così le elezioni italiane Marc Tarabella, eurodeputato belga del gruppo S&D che, 4 anni fa, in plenaria a Strasburgo, accusò Matteo Salvini di assenteismo. Sulla crisi del partito socialista europeo dice: “In alcuni Paesi non si vede la frontiera tra destra e sinistra e le persone progressiste sono deluse. Dobbiamo lavorare, basta con queste sconfitte”. E sull’Italia: “Bisogna rispettare il voto e il premier deve essere uno dei vincitori. Tra un governo guidato dall’estrema destra e uno dai 5 stelle preferisco i 5 stelle, ma devono cambiare e non promettere cazzate. Qui, al Parlamento Europeo, vedo che con alcuni di loro c’è modo di lavorare: sono giovani, istruiti, progressisti, ambientalisti e in alcune materie possiamo condividere qualcosa”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grillo: “La specie che sopravvive non è la più forte, ma quella che si adatta meglio. Noi possiamo adattarci a qualsiasi cosa”

next
Articolo Successivo

M5s, folla per Di Maio nella sua Pomigliano. “Vinto perché non siamo né di destra né di sinistra, che non esistono più”

next