“Le parole di Vincenzo De Luca sui giornalisti di Fan Page definiti “camorristi“? Sono vergognose, non c’è giustificazione”. Così Don Ciotti, a margine della presentazione della relazione conclusiva della relazione Antimafia, in merito all’inchiesta su rifiuti e tangenti in Campania. “Mai vista tanta violenza verbale in campagna elettorale. Questa violenza rischia di generare altra violenza. Un clima inquietante che favorisce corruzione e mafie”, ha aggiunto il presidente di Libera. Per poi concludere:  “Corruzione e mafie sono due facce della stessa medaglia. Sono i parassiti che uccidono la speranza. Inquietante questo intreccio. Anche la società civile deve reagire”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, Bindi: “Parole di De Luca? Nessuno può intimidire la libera stampa, pilastro della vita democratica”

next
Articolo Successivo

Roma, sfiduciata la minisindaca di Montesacro con il voto di 4 dissidenti. M5s perde il secondo Municipio

next