Confronto sul tema immigrazione a Dimartedì (La7) tra il giornalista de Il Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi, e la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “Credo che lei faccia parte della stessa coalizione di Berlusconi e di Salvini” – esordisce Scanzi – “E allora, visto che lei giustamente parla di responsabilità delle istituzioni anche per il centrosinistra, le vorrei ricordare quello che lei già sa benissimo. Lei sostiene di avere delle ricette già pronte, ma fa parte di una coalizione che nel 2002, col governo Berlusconi, fece la più grande sanatoria di clandestini: 700mila. Nel 2003 il governo Berlusconi appoggiò il Trattato di Dublino, nel 2009 ci fu un’altra sanatoria di 200mila persone e potrei andare avanti a lungo”. E chiosa: “La mia perplessità è che lei dica delle cose giuste, ma, quando siete stati al governo, avete fatto più danni della grandine. E quindi è un po’ difficile darvi ragione”. Meloni replica, citando Emma Bonino: “Lo ha detto anche lei, che non è esattamente un’amica mia: i governi non hanno rispettato il Trattato di Dublino, che parla di profughi. E i profughi sono il 5% di quelli che arrivano”. Poi attacca Renzi e Di Maio: “Entrambi hanno detto che il resto d’Europa si deve prendere i nostri emigrati, altrimenti non avrà più fondi. Scusate, ma, anche se noi rivediamo tutti i trattati del mondo, il resto d’Europa si prenderanno i profughi, non i clandestini”. Finale critica alle Ong e ricetta di Fratelli d’Italia: i clandestini vanno rimpatriati a casa loro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Difendi la famiglia arcobaleno

next
Articolo Successivo

Elezioni, Calenda: “Salvini e Di Battista? Fanno i cialtroni sulla pelle degli operai coi selfie”. Poi si scusa su Twitter

next