“Non sai chi ti vede o chi ti ha visto. Sei nuda e vulnerabile per il resto della tua vita“, queste le parole con le quali Nora Mork ha commentato la diffusione di sue foto intime. In Norvegia, Nora è molto famosa perché il suo sport, la pallamano, è molto diffuso. La giocatrice ha deciso di denunciare i colleghi maschi che “si sono passati” sue foto private: “Sono distrutta da questa vicenda”, ha commentato Nora. Che ha avuto sostegno da parte dell colleghe ma non da parte della Federazione: “La Federazione è a conoscenza di questa storia da fine ottobre, ma non ha fatto nulla – ha detto Nora, accusando di fatto la Federazione di avallare i comportamenti dei colleghi della nazionale maschile -. Non so se voglio ancora indossare la maglia di una Nazionale che protegge i colleghi che commettono molestie sessuali invece di sostenere me che sono la vittima”.

I membri della Nazionale maschile hanno invece cercato di sminuire l’accaduto: “E’ vero, durante un match, alcuni giocatori hanno ricevuto le foto intime, non hanno riflettuto e le hanno mostrate agli altri – ha detto il giocatore Christian O’Sullivan all’emittente televisiva TV2 -. Ma poi siamo stati noi a informare Nora delle foto in circolazione. Lei ci ha chiesto di cancellarle e così abbiamo fatto”. Simile parere anche da parte del capitano che ha detto di appoggiare Nora ma di non tollerare il fatto che queste sue accuse siano state diffuse proprio mentre la squadra è impegnata in un torneo.