Spelacchio ci ha lasciati. Che cosa l’abbia ammazzato non si sa, ma si sa invece con certezza che l’abete rosso originario della Val di Fiemme e “deportato” a Roma non arriverà a Natale. Tra il Codacons che presenta un esposto alla Corte dei Conti e gli sfottò dei giornali stranieri, c’è chi ha avuto e continua ad avere un pensiero di compassione per il buon vecchio Spelacchio: sono moltissimi infatti gli utenti Twitter che continuano a postare foto e commenti ironici sulla ‘triste’ vicenda E a nome “Spelacchio” è stato aperto anche un profilo nel popolare social.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Francesca Barra: “Sono in ospedale con mio figlio per colpa dell’Epatite A. Informatevi, visto che i casi sono in aumento…”

prev
Articolo Successivo

Federica Vincenti, la moglie di Michele Placido: “Le ultime 24 ore sono state un inferno. Ho parlato solo di un amore che subisce cambiamenti”

next