Irene è il nuovo volto dell’Associazione Coscioni e della battaglia per l’eutanasia, insieme al marito Andrea. “È morta il 24 Agosto scorso tra grandi sofferenze, due giorni dopo aver concluso le procedure per ottenere l’aiuto medico alla morte volontaria in Svizzera ma senza riuscire a raggiungerla, consumata a 30 anni da un adenocarcinoma polmonare diagnosticato 2 anni prima al quarto stadio. Una malattia che non ha impedito nell’ultimo biennio a lei e al marito Andrea di essere felici, viaggiare, adottare un cane, sposarsi”

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ahmadreza Djalali, confermata condanna a morte per il medico iraniano. L’appello della moglie

next
Articolo Successivo

Aiutare i bimbi stranieri rimasti soli: come si diventa tutore volontario nel Lazio

next