Il mare a notte fonda, la quiete e il silenzio, la stanchezza goliardica tipica di quando si è di ritorno da una festa. Due ventenni residenti a Vernazza si trovavano in questa situazione qualche giorno fa quando, di ritorno in barca da una festa a Monterosso, hanno deciso di fare pipì nel mare azzurro delle Cinque Terre. La zona era appartata, vicino al molo dei pescatori e, avranno pensato i due, lontana da occhi indiscreti. Peccato che a guardarli ci fossero due Carabinieri che li hanno sanzionati con una multa di oltre 3000 euro. “A quell’ora i locali sono quasi tutti chiusi – hanno commentato i due per giustificarsi – pensavamo fosse la cosa più naturale del mondo”.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mostra del Cinema di Venezia 2017, non solo abiti costosissimi sul red carpet: Bianca Balti bellissima in OVS

next
Articolo Successivo

Quattordici domande brevi da leggere nel tempo di un caffè: risponde Sabrina Colle

next