Due italiani sul podio negli 800 metri stile libero: Gabriele Detti ha conquistato l’oro ai Mondiali di nuoto in corso a Budapest. Bronzo per Gregorio Paltrinieri, giunto alle spalle del polacco Wojciech Wojdak. Le medaglie conquistate dagli atleti azzurri completano una giornata da incorniciare, aperta dal’inaspettato trionfo di Federica Pellegrini nei 200 metri stile libero.

Il toscano ha vinto la finale con una grande rimonta chiudendo in 7’40″77 , un tempo che vale il record europeo. Alle sue spalle il polacco ha fermato il cronometro a 7’41″73, precedendo Paltrinieri di circa 70 centesimi. Fuori dal podio il cinese Sun Yang.

Subito dopo essersi laureato campione del mondo, un emozionato Detti ha detto di essere “più che felice”, mentre Paltrinieri ha ammesso di essersi “trovato in difficoltà al termine di una gara dura”e si dice “contento per la vittoria di Gabriele”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mondiali nuoto, Federica Pellegrini oro nei 200 stile libero. Terzo titolo iridato: “È l’ultima volta su questa distanza”

next
Articolo Successivo

Mondiali scherma, medaglia d’oro nel fioretto maschile: battuti gli Stati Uniti. L’Italia chiude prima nel medagliere

next