“L’eccesso di regolazione e la scarsa qualità della regolazione, portano all’impossibilità di sapere cosa si può e cosa non si può fare, ciò che è lecito e ciò che è illecito. Talvolta sembra che tutta una serie di provvedimenti legislativi, amministrativi e perfino le sentenze, siano scritte attraverso la logica del ‘rendere difficile il facile attraverso l’inutile'”. Lo ha detto il sostituto procuratore di Roma, Paolo Ielo, intervenendo alla presentazione del report “Termometro della corruzione”dell’associazione Riparte il futuro che valuta l’impatto della corruzione sul nostro Paese rispetto agli altri Stati dell’Unione europea. Uno studio da cui emerge un quadro a tinte fosche con il Pil più basso, una maggiore disoccupazione, e una massiccia fuga di cervelli.  Maglia nera, ancora una volta, alle quattro regioni del sud: Campania, Calabria, Molise e Puglia. “Ma è l’Italia tutta ad essere malata di corruzione e a porsi come fanalino di coda rispetto agli altri paesi europei”, spiega Federico Anghelé di Riparte il futuro nel corso della presentazione alla Camera con la presidente Laura Boldrini, il giornalista Bill Emmott. “La corruzione – si legge nel Termometro – ha un impatto negativo anche sul gettito fiscale di un Paese poiché riduce l’ammontare delle imposte riscosse sia effettive sia potenziali. Riducendo la corruzione in Italia si potrebbero prevedere maggiori entrate per lo Stato e di conseguenza si potrebbero ridurre le aliquote fiscali per ottenere lo stesso gettito fiscale”

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Tar, dopo la sentenza sui musei fioccano le richieste di riforma. Il giurista: “Prima si precisino gli ambiti di competenza”

next
Articolo Successivo

Sistema Sesto, il pg Milano: “Riaprire il processo” o “condannare gli imputati”. Chiesti 3 anni per Filippo Penati

next