L’ attore e regista Sergio Castellitto è stato ospite della redazione del Fatto.it ha spiegato una battuta (“Il teatro è importante, ma la fregna di più”) presente nel suo ultimo film, Fortunata, al cinema in questi giorni. “Io l’ho trovata una battuta formidabile. Sembrerebbe una battuta rubata a un film di Natale, ma c’è un fondo di autentica drammaticità. Quella è una donna malata di Alzheimer e spesso queste persone ritrovano la libertà del turpiloquio. Quella che i nostri politici non hanno mai abbandonato, pur non avendo l’Alzheimer”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Non hai mai visto Twin Peaks? Beato te

next
Articolo Successivo

Cannes 2017, Twin Peaks è un patto col diavolo dei freak

next