Una persona è morta e almeno cinque feriti, di cui tre in modo grave, per lo scoppio di un bombolone di gas avvenuto in mattinata a Napoli, in via Guantai a Orsolone, in zona Camaldoli. I feriti sono stati portati all’ospedale Cardarelli. Il bombolone di gas si trovava all’interno di una piscina privata, l’Ariete.

“Abbiamo sentito un boato fortissimo. Poi tutti ci siamo precipitati in strada. Sono stati minuti di vero terrore”, queste le parole di alcuni testimoni che abitano nei pressi del luogo in cui, intorno alle 10.30 di questa mattina c’è stata una esplosione nella quale ha perso la vita una persona. La vittima è un operaio di 60 anni che, secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, stava provvedendo alla manutenzione dello stesso impianto di stoccaggio. L’uomo, al momento, fa parte di uno dei feriti molto gravi. Sono in totale quattro le auto distrutte, mentre almeno sette sono state danneggiate. Sul posto sono intervenuti agenti della polizia di Stato e i vigili del fuoco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sperlonga, arrestati il sindaco Armando Cusani (Forza Italia) ed altre nove persone per turbativa d’asta su appalti

next
Articolo Successivo

Blue Monday, tra bufala e scienza torna “la giornata più triste di tutto l’anno”

next