Il 2016 è stato già battezzato l’annus horribilis della musica. Si è portato via artisti di primo piano, a partire da David Bowie, morto il 10 gennaio 2016. Poi è stata la volta di Prince, di Leonard Cohen, di Keith Emerson, di Glenn Frey degli Eagles, di Paul Kantner dei Jefferson Airplane. Per arrivare, il giorno di Natale, a George Michael. Ma anche il cinema piange molte delle sue stelle, e così la cultura in generale, lo spettacolo e la politica. A inizio 2016 se ne va l’attrice Silvana Pampanini. Toccherà poi al regista Ettore Scola, al premio Nobel Dario Fo, all’oncologo Umberto Veronesi, solo per citarne alcuni. Un video-ricordo attraverso le loro parole

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Le migliori infografiche del 2016 de Il Fatto Quotidiano

next
Articolo Successivo

Capodanno, piani anti-terrorismo a Roma e Milano. Minniti: “Guardia altissima”

next