Siamo quello che mangiamo? Speriamo di no. O almeno, speriamo di non essere quello che beviamo, soprattutto se il nostro cocktal preferito è il gin tonic. Già, perché una ricerca dell’Università di Innsbruck sulle tendenze psicopatiche e il cibo è arrivata alla seguente conclusione: chi beve gin tonic è potenzialmente un sadico e narcisista psicopatico. In realtà si parla più in generale di cibi e bevande amare, ma evidentemente il gin tonic ha attirato l’attenzione della stampa di mezzo mondo, visto che ci si è concentrati soprattutto su quello. La ricerca ha coinvolto 1000 volontari (equamente divisi tra uomini e donne), che hanno assaggiato cibi e bevande di vari sapori (amaro, dolce, salato e aspro) e poi hanno risposto a una serie di domande sulla personalità.

A quanto pare, chi preferisce i sapori amari è egoista e ambiguo, violento, freddo e sadico. Una conclusione un po’ tranchant, se vogliamo, e che peraltro non ha un vero e proprio motivo (è più una probabilità statistica). E allora di cosa stiamo parlando? Bisogna credere davvero a questa ricerca che lascia quantomeno un po’ perplessi? Chissà. Intanto, magari, riflettiamoci su. Sorseggiando un gin tonic, ovviamente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pamela Anderson contro il porno: “Roba da sfigati. Mette a rischio la possibilità di funzionare come marito”

next
Articolo Successivo

Miss Italia 2016, Rachele Risaliti come Antonio Conte? La somiglianza è “agghiacciande”. I tweet della rete (FOTO)

next