Alla fine a Gabriele Rossetti il colpo non è partito. Il neo-campione olimpico, trionfante nel tiro a volo, categoria skeet, al momento dei festeggiamenti nell’hub olimpico del Coni è stato tradito dal tappo della magnum di spumante a lui consegnata, che non è proprio partito, tanto da costringere il 21enne a perdere la presa della bottiglia e farla cadere in terra. Una piccola gaffe in una serata splendida per i colori azzurri: sul palco di Casa Italia, infatti, Rossetti ha festeggiato insieme a Diana Bacosi e Chiara Caironi, oro e argento ieri, mentre pochi secondi dopo ci hanno pensato Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti, primo e terzo nei 1500 stile libero, a incrementare il bottino azzurro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Olimpiadi Rio 2016, da Campriani a Garozzo fino a Cagnotto: gli italiani in gara oggi

prev
Articolo Successivo

Olimpiadi Rio 2016, Ryan Lochte rapinato: “Mi hanno puntato la pistola alla testa”

next