Gabriele Rossetti ha vinto all’ultimo piattello la medaglia d’oro del tiro a volo specialità skeet alle Olimpiadi di Rio 2016: ha battuto nella finale a due lo svedese Marcus Svensson 16-15, determinante l’errore dell’avversario sull’ultimo dei suoi sedici piattelli. Nelle qualificazioni, Rossetti aveva battuto due francesi allenati dal padre, e il suo è il quinto oro dell’Italia ai Giochi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gregorio Paltrinieri non delude mai: dopo l’oro a Rio, il prossimo obiettivo è diventare il più forte di sempre nei 1500 metri

prev
Articolo Successivo

Olimpiadi Rio 2016, da Campriani a Garozzo fino a Cagnotto: gli italiani in gara oggi

next