“Lei si sente più Oronzo Canà o nonno Libero?”. Non può che rallegrare i suoi fan la risposta che, qualche anno fa, diede a una giornalista Lino Banfi, pioniere del cinema trash-comico nazionale e protagonista indiscusso del B-movie italiano degli anni ‘80. Nato ad Andria il 9 luglio 1936, Pasquale Zagaria trascorre la sua infanzia a Canosa di Puglia. Dopo gli studi in seminario e una sofferta gavetta, approda prima nel teatro, poi nell’avanspettacolo e successivamente nella commedia italiana, incarnando con maestria un ricco ventaglio di personaggi memorabili: dal ricco commerciante al galeotto disgraziato fino al fedifrago e al marito cornificato. Tutte godibili macchiette, inevitabilmente protagoniste di una girandola rocambolesca di equivoci. di situazioni grottesche, di sorprese boccaccesche, che hanno fatto la storia di una porzione considerevole della commedia italiana. Oggi l’artista festeggia i suoi 80 anni e ilfattoquotidiano.it gli rende omaggio con questo pot-pourri dei momenti più significativi della sua carriera attoriale e della sua vita fuori dal set

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Premio Strega 2016, vince Edoardo Albinati senza rivali: “Lo dedico a Zeichen, aquila libera che ha protetto tutti noi”

prev
Articolo Successivo

Lino Banfi compie 80 anni: ritratto del comico pugliese che ha reso cult la commedia all’italiana

next