Scontro convulso tra l’ex deputato di Forza Italia, Carlo Taormina, e David Parenzo, nel corso de La Zanzara, su Radio24. La miccia del rovente diverbio è il discusso tweet pubblicato dal giurista due giorni fa sulla carneficina al locale gay Pulse di Orlando: “L’attentato è successo perché due gay si baciavano. Sta di fatto che se si fossero baciato due etero, non sarebbe successo niente”. Dinanzi al pressing delle domande dei due conduttori, Taormina si discolpa: “Ho riferito semplicemente quello che ha detto il padre dell’assassino. Punto. E poi sta di fatto che la situazione si è verificata per quello che sostiene il padre dell’assassino”. “Sta di fatto che se non ci fossero stati gli ebrei, non ci sarebbe stato Hitler“, replica Parenzo, guadagnandosi l’interruzione della telefonata da parte dell’avvocato. Quando quest’ultimo viene ricontattato, ribadisce la sua tesi, ma Cruciani gli fa notare che nel contestato tweet non c’è alcun riferimento alla menzione del genitore di Omar Mateen. Alla fine, Taormina ammette: “Non mi risulta che i baci tra etero abbiano mai provocato situazioni di questo genere“. Parenzo lo invita animatamente a chiedere scusa e l’ex sottosegretario perde le staffe: “Tu non fare lo stronzo, come al solito, con la tua imbecillità. Sei un imbecille”. E chiude nuovamente la telefonata, ripetendo tredici volte l’epiteto ‘buffone’

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Berlusconi operato al cuore, Gianni Letta: “E’ andato tutto bene”. Francesca Pascale in lacrime al San Raffaele

next
Articolo Successivo

Bari, sparatoria durante festa di San Nicola: tre arresti. Video con i criminali in azione

next