A Milano la Lega Nord scende in piazza per dare la carica al popolo salviniano nella lotta contro la riforma costituzionale. Sotto un diluvio torrenziale, un centinaio di temerari militanti assiste a un comizio che, oltre al segretario Matteo Salvini, ha visto alternarsi sul palco Maroni, Zaia, Giorgetti e Roberto Calderoli. Proprio a lui tocca il compito di tracciare la linea leghista sul referendum di ottobre: “Io una riforma vera della costituzione l’ho scritta, a bocciarla sono stati proprio Renzi e i suoi. La nostra era una riforma, la loro è una cagata pazzesca“. Calderoli poi aggiunge: “Noi dovremo giudicare sulla libertà, dietro l’angolo c’è un regime. Non si vota più. Una riforma scritta per far vincere il centrosinistra”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Personalizzare il referendum: boomerang per Renzi o mossa vincente? Il vox e il sondaggio

prev
Articolo Successivo

Referendum riforme, il No diventi un Sì al cambiamento

next