Rivoluzione in vista per Twitter. Il social network cinguettante va oltre i 140 caratteri, inglobando anche gli allegati come foto e video che quindi non impatteranno più sul limite storico del microblog. Lo annuncia la stessa società, spiegando che la novità sarà attiva “dai prossimi mesi”. “Una delle nostre più grandi priorità è affinare il nostro prodotto e renderlo più semplice e veloce“, ha dichiarato Jack Dorsey, amministratore delegato e fondatore di Twitter.

Lanciati inizialmente come semplice testo, i tweet si sono evoluti negli ultimi dieci anni per includere foto, video, Gif, sondaggi e citazioni, tutte aggiunte che hanno sottratto caratteri al conteggio dei 140. Ora, il cambio di rotta. “Gli allegati come foto e video non impatteranno più sul limite dei caratteri, gli utenti inoltre potranno retwittare e citare i propri tweet, dando nuova vita ai cinguettii fatti in passato e aggiungendo un nuovo commento. Infine, ogni nuovo tweet che inizia con un @username sarà visibile da tutti i follower”, spiega ancora la società nel comunicato.

“Non stiamo rinunciando all’idea che Twitter viva l’istante. La brevità, la velocità e la possibilità di dialogare in tempo reale, cioè essere in grado di pensare qualcosa e condividerla col resto del mondo istantaneamente, sono per noi prioritari – aggiunge Dorsey -. Siamo sempre alla ricerca di modalità che possano rendere i tweet ancora più espressivi e permettano alle persone di dire esattamente ciò che vogliono”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fonti rinnovabili, la “pelle” piezoelettrica ad emissioni zero che si attiva con un soffio di vento

prev
Articolo Successivo

Whatsapp Gold, la truffa dell’upgrade per pochi eletti: è un malware, ecco come funziona

next