Nient’altro che una truffa. Il fantomatico golden club a cui potreste essere stati invitati su Whatsapp, che promette messaggi simil Snapchat (che si cancellano dopo pochi secondi), con molti più strumenti a disposizione, fra cui le videochiamate e la possibilità di inviare in un solo colpo fino a 100 foto, non esiste. Non esiste alcun upgrade di Whatsapp, nessuna versione gold per pochi eletti.

Il messaggio, da un numero sconosciuto, suona insospettabile: “Hey, finalmente è arrivata la versione segreta di WhatsApp. Questa versione – la Gold – è usata solo da grandi celebrità. Ora puoi usarla anche tu”. Chi scarica l’upgrade, però, senza un degno antivirus rischia di infettare lo smartphone con un malware che permette agli hacker di “spiare” il dispositivo mobile e rubare i dati.

L’invito a diffidare da questo tipo di messaggi è arrivato anche dal team dietro alla versione ufficiale della app di messaggistica istantanea. Nella sezione Faq del suo sito (frequently asked questions, le domande più frequenti), inoltre, l’azienda si è vista costretta a specificare espressamente che la versione plus del suo servizio “non è stata sviluppata da Whatsapp, né è mai stata autorizzata”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Twitter, rivoluzione in vista: foto e video esclusi dal limite dei 140 caratteri

prev
Articolo Successivo

Tecnostress, in Francia una legge vieta le email extralavoro. E in Italia?

next