Sono morti in un agguato otto poliziotti egiziani, tra cui anche un ufficiale, uccisi a colpi di arma da fuoco a Helwan, a sud del Cairo. Secondo il ministro dell’Interno egiziano Magdy Abdel Ghaffar, che ha postato la notizia sul suo profilo ufficiale di Facebook, quattro uomini in abiti civili sono scesi da un piccolo pick up imbracciando armi automatiche: dopo avere fermato l’auto della polizia sulla quale viaggiavano gli agenti, l’hanno crivellata di proiettili e poi sono fuggiti.

I residenti della zona hanno riferito che gli assalitori indossavano delle maschere, ma i quattro non sono stati identificati: non c’è al momento alcune rivendicazione dell’attacco. In Egitto è da tempo in corso una rivolta, principalmente nel Nord del Sinai, che ha causato la morte di centinaia di soldati e poliziotti dalla metà del 2013, quando l’allora capo dell’esercito Abdel Fattah al-Sisi ha deposto presidente islamista Mohamed Morsi dopo le proteste contro il suo governo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brasile, il grande accusatore della Rousseff sospeso dalla Camera. “Tentò di condizionare indagini per tangenti”

next
Articolo Successivo

Islam e violenza: contro i profeti del caos

next