Dopo le prime ricostruzioni della mezza rissa di stanotte al Just Cavalli di Milano, che avrebbe coinvolto anche il rapper Fedez, è arrivata a stretto giro una nota di Cristiano Magaletti, l’avvocato di Newtopia, l’etichetta discografica dello stesso Fedez e di J Ax. Ecco la versione dei fatti del legale del rapper milanese: “Il ragazzo, con la propria fidanzata era al Just Cavalli per festeggiare i compleanni dei suoi due più stretti amici; era lì in veste privata e non di personaggio pubblico. Come spesso accade, molti fans gli hanno richiesto di potergli scattare delle foto e si è formata una ressa attorno a lui”.

Fin qui tutto normale, soprattutto per un personaggio come Fedez che sta vivendo un periodo di grande notorietà. Sul ferimento della giovane fan, che sarebbe stata colpita da una scheggia di vetro, però, la ricostruzione dell’avvocato Magaletti è decisamente diversa da quanto si legge sul web: “A quel punto Fedez si è allontanato e dopo due minuti è scoppiato un piccolo parapiglia, nel quale sono rimasti coinvolti anche i buttafuori del locale: nella confusione, una ragazza si è procurata un piccolissimo taglio alla testa e Fedez ha immediatamente chiamato le Forze dell’Ordine”.

Non solo il legale esclude “a priori la responsabilità di Fedez in merito al ferimento della ragazza”, ma sottolinea il fatto come il rapper “è stata l’unica persona che ha ben pensato di soccorrerla”.
Il comunicato si chiude con un’ulteriore precisazione sulle eventuali frasi del cantante contro le forze dell’ordine: “Invito e diffido i quotidiani dall’attribuire a Fedez il proferimento di frasi che non sono mai state pronunciate contro la Polizia: ciò anche in considerazione del fatto che è stato proprio l’artista a chiederne l’intervento”. Dalla Questura di Milano, però, arrivano voci diverse: stamattina il rapper si sarebbe recato in questura accompagnato proprio dal suo legale per denunciare i poliziotti che non lo avrebbero tutelato a dovere. In attesa di capire come è andata davvero, sui social ovviamente non si parla d’altro. È proprio il momento di Fedez: nel bene o nel male, basta che se ne parli?

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bart Simpson muore: ad Halloween Telespalla Bob riesce ad ammazzarlo

next
Articolo Successivo

Johnny Depp, 52 anni da festeggiare con la giovanissima moglie Amber Heard

next